manutenzione caldaia in blocco Ecogas

La caldaia va in blocco? Esce odore di gas? Perde acqua o non si accende più? Niente paura; questi sono solo alcuni sintomi del malfunzionamento del vostro impianto di riscaldamento.
Fare affidamento su un centro assistenza tecnico autorizzato è di fondamentale importanza; per aiutarvi a riconoscere eventuali anomalie del dispositivo cercheremo di fornirvi indicazioni di carattere tecnico. Una volta compreso il tipo di guasto, sarete in grado di comunicarlo prontamente al tecnico che potrà risolvere le problematiche e ripristinare il funzionamento ottimale dell’impianto.

Quali sono le problematiche comuni che possono verificarsi nelle caldaie?

Blocco caldaia


Il blocco della caldaia Riello, Vaillant, Beretta etc. è una delle problematiche più comuni e si manifesta con lo spegnimento delle spie e con la mancata accensione dell’impianto. Possono essere tanti motivi per cui una caldaia può andare in blocco, ma il principale riguarda la sicurezza: la caldaia si blocca nel momento in cui rileva un’anomalia nel funzionamento che potrebbe diventare pericolosa. In questo caso, la caldaia si blocca arrestando le funzioni del sistema. Le cause più probabili del blocco della caldaia possono coinvolgere le componenti elettroniche, la pressione dell’acqua, la fornitura del gas o lo scarico dei fumi. In questo caso si può individuare il blocco tramite il codice che appare sul display.


Perdita di gas dalla caldaia

La fuoriuscita di gas dalla caldaia Beretta, Riello, Sylber etc. potrebbe indicare una perdita. In questo caso, la soluzione migliore è quella di contattare il centro assistenza tecnica che interverrà in tutta sicurezza localizzando la perdita.

È sconsigliato intervenire in autonomia poiché la perdita potrebbe trovarsi ovunque, sia a livello delle tubature che nel circuito del gas, oppure a livello della canna fumaria in cui convogliano i gas di scarico.

La caldaia non si accende

 

Se la tua caldaia fatica ad accendersi, il problema potrebbe riguardare il bruciatore: se questo non si accende, la caldaia non è in grado di funzionare e risulterà inutilizzabile. Il guasto potrebbe essere causato dal mancato flusso di gas all’impianto, che a sua volta potrebbe presentare delle ostruzioni nelle tubature. Ci sono anche casi in cui il mancato funzionamento del bruciatore deriva da eventuali guasti alle valvole del gas, al sistema di ventilazione oppure al sistema elettrico.

La caldaia produce una scarsa quantità di acqua calda

 

Può accadere che il flusso di acqua calda prodotto dalla caldaia sia scarso. In tal caso, l’anomalia potrebbe essere causata da un’eccessiva pressione della rete idrica, oppure da un accumulo importante di calcare a livello dello scambiatore. Ognuna di queste eventualità riduce l’efficienza della caldaia e la conseguente riduzione del flusso di acqua calda sanitaria prodotto.La caldaia funziona ma il riscaldamento no

Se la caldaia non scalda l’ambiente, potrebbe esserci un problema nel funzionamento del termostato ambiente. È possibile che il problema si sia verificato contestualmente all’installazione e non sia stato risolto.
Il display della caldaia non si accende
Le problematiche al display potrebbero derivare da un malfunzionamento a livello di alimentazione elettrica o da un’anomalia nel pannello di controllo dell’apparecchio. Per ripristinare il corretto funzionamento dell’impianto, a volte può rendersi necessaria la sostituzione di una o più parti della caldaia. Per una garanzia di ricambi originali e di una manodopera specializzata, è indispensabile rivolgersi al proprio centro di assistenza di fiducia.
La caldaia lavora a metà della potenza
Se la tua caldaia non funziona al massimo della sua potenza, le cause potrebbero essere molteplici, dall’occlusione della valvola del gas al guasto del modulatore, passando per un’infinità di altre anomalie. In questo caso, ogni componente a rischio dovrà essere sottoposta a una serie di verifiche tecniche specifiche affinché la caldaia torni a funzionare a pieno regime senza ridurre l’efficienza energetica dell’immobile gravando sui consumi.
Quelle elencate sono solo alcune delle anomalie più frequenti e comuni nelle caldaie pertanto a seconda del modello di caldaia le problematiche possono essere varie ed è bene conoscere anche i differenti codici d’errore.
… Per conoscerli bisognerà attende il prossimo articolo di Ecogas Service
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.